“L’Agenda ritrovata” nel nome di Borsellino: tappe a Barcellona, Capo d’Orlando

5 Luglio 2017 Cronaca di Messina

Toccherà anche la Provincia di Messina il percorso de “L’Agenda Ritrovata”, la ciclostaffetta itinerante che si propone di commemorare il venticinquesimo della morte di Paolo Borsellino e di raccogliere le testimonianze di chi non ha dimenticato la strage di via D’Amelio, di cui furono vittima il magistrato Paolo Borsellino e cinque agenti della sua scorta. La carovana in bicicletta de “L’agenda ritrovata” prosegue il suo percorso a tappe lungo l’Italia per giungere il 19 luglio a Palermo.
In Provincia di Messina le tappe programmate sono quelle del 15 luglio (da Messina a Barcellona), del 16 luglio (da Barcellona Pozzo di Gotto a Capo d’Orlando), del 17 luglio (da Capo d’Orlando a Cefalù), del 18 luglio (da Cefalù a Palermo), mentre l’evento conclusivo si terrà a Palermo il 19 luglio.
Nel passaggio da Sant’Agata Militello, il 17 luglio, il gruppo “I Love Pino”, che dedica tutte le iniziative alla memoria di 3P (Padre Pino Puglisi) sacerdote assassinato dalla mafia nel 1992, accoglierà la carovana alle porte di Sant’Agata di Militello per condurla sul lungomare davanti al monumento “Falcone e Borsellino”.
Al progetto partecipano il Movimento delle Agende Rosse, nato per volere di Salvatore Borsellino nel 2007, Radio Popolare di Milano e la Federazione Italiana Amici della Bicicletta.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione