PATTI, CONTROLLATO DALLA GDF UN VILLAGGIO TURISTICO. SCOPERTI 7 LAVORATORI IN NERO, DI CUI 2 MINORENNI

22 Settembre 2017 Cronaca di Messina

MESSINA - Nell’ambito dell’intensificazione delle attività di servizio disposta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Messina durante la stagione estiva, i finanzieri della Tenenza di Patti hanno effettuato un controllo in materia di lavoro nero e/o irregolare nei confronti di un villaggio turistico nel territorio pattese ed hanno scoperto sette lavoratori in nero tra i quali vi erano anche due minorenni.

In particolare, sono stati controllati, in totale, ventidue lavoratori. Di questi, sette sono risultati assunti in nero, due dei quali minorenni. Il controllo, svolto in sinergia istituzionale con l’Inps di Messina, è stato concluso a seguito del completamento di tutti i riscontri dei dati raccolti sul posto durante l’accesso e della posizione contributiva di ciascun lavoratore.

L’elaborazione degli elementi in analisi ha fatto emergere alcune incongruenze che hanno evidenziato l’intervento di una seconda società nella gestione dei rapporti lavorativi, portando gli operanti a ritenere responsabili per le violazioni alla normativa sul lavoro entrambi i rappresentanti legali delle due società coinvolte. Agli stessi i finanzieri hanno da subito irrogato una consistente multa, cosiddetta maxisanzione per lavoro nero, compresa tra i 10.500 e 21.000 euro che potrà essere ridotta se pagata entro 60 giorni. I due, inoltre, sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Patti per le gravi inadempienze commesse nella gestione del rapporto di lavoro con i due minorenni che, di fatto, sono stati impiegati, anche in orario notturno, per un numero di ore superiore al limite massimo previsto per legge, senza ricevere alcuna attestazione di lavoro né sostenere le previste visite medico-legali.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione