15 Gennaio 2019 Cronaca di Messina e Provincia

Incidente stradale sulla Catania-Messina, tre morti. Uno è poliziotto

Tre morti e sei feriti: è questo il bilancio di un tamponamento a catena avvenuto sulla A18, all’altezza di Itala, in direzione Messina, alle due della notte scorsa. All’origine ci sarebbe un Tir che ha perso olio in autostrada, secondo le ricostruzioni della Stradale. Il manto era infatti inondato di gasolio fino all’uscita di Tremestieri, dove ci sono gli imbarchi per la Calabria.

Sarebbe stato dunque il gasolio presente sul manto stradale a causare il primo incidente. Il conducente ha perso il controllo e il suo autotreno ha occupato tutto lo spazio stradale. Proprio per andare in soccorso al Tir si è fermata la pattuglia della Stradale. Un altro Tir in arrivo ha però travolto l’auto della polizia, che è stata sbalzata di 200 metri. Morto nell’impatto uno dei due agenti, Angelo Spadaro, 55 anni, di Giardini Naxos. L’altro poliziotto è riuscito a saltare oltre il guardrail, nella scarpata sotto l’autostrada, salvandosi.

Subito dopo, però, altri quattro mezzi sono stati coinvolti nel tamponamento. Bloccate dall’incidente, due vetture si sono fermate nella corsia di sorpasso, i conducenti sono scesi dai propri veicoli ma sono stati entrambi investiti da un’altra auto in arrivo. In un ulteriore tamponamento è stata travolta una Panda a bordo della quale viaggiava un’anziana calabrese, morta nell’impatto.

Le altre vittime sono un operaio di Modica, Salvatore Caschetto, 42 anni, e una signora calabrese, Rosa Biviera, 81 anni, di Bovalino. Difficili i soccorsi. I mezzi del 118 hanno dovuto utilizzare la corsia in senso opposto, e un medico è stato costretto a passare sotto un Tir per poter raggiungere le vittime. I feriti sono stati trasportati al San Vincenzo di Taormina e al Policlinico di Messina. Le indagini della Stradale sono andate avanti tutta la notte e ancora proseguono per ricostruire la complessa dinamica dell’incidente.

Il capo della polizia, Franco Gabrielli, ha espresso “profondo cordoglio e sentimenti di commossa vicinanza” ai familiari di Spadaro e ai parenti delle altre due vittime dell’incidente.