Le foto da Contrada Campolino – Femminicidio a Messina: il ragazzo ha confessato

7 Marzo 2019 Cronaca di Messina

Ha confessato di avere ucciso la sua convivente. Cristian Ioppolo, 26 anni, dalle 13 sotto interrogatorio alla squadra mobile, ha ammesso di avere ucciso Alessandra Immacolata Musarra, di tre anni più piccola. Una confessione drammatica.

La donna è stata ritrovata dai familiari, che alle prime luci del mattino hanno chiamato il 118: sul corpo sono stati evidenti segni di violenza, soprattutto al volto. Alessandra è stata picchiata a sangue con calci alla testa e pugni, ha i capelli strappati.

"Tanta, troppa violenza... Stamattina non apriva la porta e siamo entrati con la scala nel balcone non ho capito subito che era coinvolto il fidanzato. Avevo ricevuto un messaggio ed ho chiamato mio figlio che sta sotto per andare ad aiutarla ma lei non rispondeva sono salito e l'ho trovata morta. Non so come spiegare tanta violenza". Lo ha detto il padre Alessandra Musarra, Luciano.

Alcuni giorni fa, Alessandra aveva postato un video di "Un posto al sole", lodando il riferimento alla violenza sulle donne.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione