Calcioscommesse a Messina, aperta l’udienza preliminare: no all’Acr Messina parte civile

25 Marzo 2019 Inchieste/Giudiziaria

No All'Acr Messina come parte civile all'udienza preliminare sul Calcioscommesse a Messina. È questo uno degli aspetti salienti del procedimento che si è aperto oggi  sulle presunte "combine" nel campionato di Lega Pro tra il 2015 e il 2016, che ha coinvolto 17 indagati.

Un'inchiesta portata avanti nei mesi scorsi dalla procura di Messina e della Guardia di Finanza. Il gup Leanza ha rigettato infatti la richieste che questa mattina hanno presentato i legali di due ex soci dell'Acr Messina, Stracuzzi e Oliveri.

Definito poi il quadro tra giudizi ordinari, che sono 15, e riti abbreviati, soltanto 2. Prossime tappe il 12 aprile per gli abbreviati, 5 e 12 aprile per gli ordinari. Oggi è stata il pm Francesca Bonanzinga per la Procura a ribadire la richiesta di rinvio a giudizio per i 15 imputati che hanno scelto il rito ordinario. L'inchiesta ha registrato in passato anche undici clamorosi “mancati arresti” eccellenti negati dal gip, tra gli altri dell’ex calciatore dell’Acr Messina Arturo Di Napoli.

Ecco i nomi dei 17 imputati coinvolti nell'udienza preliminare: Arturo Di Napoli, Eros Nastasi, Pietro Gugliotta, Ivan Giuseppe Palmisciano, Fabio Russo, Giuseppe Messina, Alessandro Costa, il dentista libanese Halim Abdel Khalifeh detto “Abudi”, Giovanni Panarello, Andrea De Pasquale, Alessandro Berardi, Stefano Addario, Daniele Frabotta, Andrea De Vito, Cosimo D’Eboli, Gianluca Grassadonia e Piersilvio Acampora.

Guardando al quadro generale si tratta quindi di calciatori in attività o che hanno appeso le scarpe al chiodo, allenatori, dirigenti societari, e poi c’è il gruppo degli scommettitori.

Secondo la Procura e la Guardia di Finanza si è in presenza di un’associazione a delinquere, con ruoli diversificati, finalizzata a realizzare frode in competizioni sportive e truffe. Un ruolo apicale sarebbe stato rivestito in questo senso da Arturo Di Napoli.

Gugliotta e Nastasi avrebbero rivestito il ruolo di organizzatori, mentre il ruolo di «meri associati» e scommettitori di grosse somme lo avrebbero avuto Palmisciano, Russo, Messina, Costa, Khalifeh, Panarello, De Pasquale e Berardi. RASSEGNAWEB DA GAZZETTA DEL SUD  - DI NUCCIO ANSELMO

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione