Messina: Condannato a 24 mesi Giuseppe Arena. Custodiva nel beauty case 500 grammi di marijuana

24 Maggio 2019 Inchieste/Giudiziaria

Due anni di reclusione è la pena inflitta in abbreviato a Giuseppe Arena, messinese di 43 anni, dal giudice Simona Monforte. L’uomo, difeso dagli avvocati Gabriele Lombardo e Nino Cacia, è stato arrestato lo scorso 4 aprile dalla squadra mobile per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo, dopo una perquisizione nella casa di Santa Lucia sopra Contesse, non avendo via di scampo, fu costretto a consegnare agli agenti un beauty case con due buste in cellophane contenenti circa 500,00 grammi di marijuana, un bilancino di precisione, un rotolo di carta stagnola utilizzato verosimilmente per confezionare le dosi da smerciare nascosti all’interno di un armadio della cucina. Al termine dell’udienza per direttissima, il giudice applicò al 43enne la misura dei domiciliari con braccialetto elettronico, rimandando, su richiesta di un termine a difesa, il giudizio all’udienza di lunedì scorso quando gli sono stati inflitti 24 mesi.