Ligabue ammette: “Il mio tour non sta vendendo come pensavamo”

18 Giugno 2019 Culture

FOTO DI ENRICO DI GIACOMO

 

Dopo il concerto di Bari, con il palco spostato verso la curva per via dei pochi biglietti venduti, Ligabue ha ammesso ieri a tarda sera in un post su Facebook che le vendite per il suo nuovo tour non stanno andando come previsto: “Ciao ragazzi, come va?”, ha scritto il rocker sulla sua pagina ufficiale. “Allora: il tour è cominciato e se da un lato è vero che in alcuni stadi, a questo giro, l’affluenza di pubblico è inferiore alle previsioni dell’agenzia, dall’altro è anche vero che l’altra sera a Bari è stato meraviglioso ritrovarvi con tutta quella energia e passione e bellezza che solo voi sapete sprigionare. Ne avevo bisogno visto che da un anno e mezzo non vi avevo davanti. E ora, dopo la paura di non poter più cantare del 2017, è fantastico sentire la mia voce a pieno regime anche se (fortunatamente) sommersa dalle vostre”.

 

Poi Ligabue, prima di salire sul palco per il concerto di Messina ha voluto tranquillizzare i suoi fan: “La produzione (e quindi lo spettacolo) che stiamo portando in giro è una delle nostre migliori di sempre (e non verrà ridotta in nessuna situazione), la band è in formissima e il cantante c’ha più voglia che mai. Stasera Messina. Non vedo l’ora che arrivino le 21. Grazie, ragazzi. Vi abbraccio,
Luciano”.

Il tour proseguirà venerdì 21 con la data allo Stato Adriatico di Pescara e poi, martedì 25, allo stadio Artemio Franchi di Firenze. Tra le date previste dal giro di concerti, fino alla conclusione del 12 luglio allo stadio Olimpico di Roma, non c’è al momento nessun sold out.