Policlinico Messina: Todaro chiede le dimissioni del direttore sanitario

6 Luglio 2019 Politica

La Fgu Gilda Unams vuole le dimissioni della nomina di direttore sanitario del dott. Antonino Levita. Il motivo è la presunta insussistenza dei requisiti di legge per il conferimento della carica. Oltre alle dimissioni, si chiede la relativa cancellazione di Levita dall’elenco regionale dei direttori sanitari e di accertare eventuali responsabilità in capo al neo Direttore Generale Laganga Senzio. Le richieste sono contenute nella lettera indirizzata dalla Fgu Gilda Unams, alla Regione, assessorati e commissioni regionali, ai ministeri competenti, nonché alla Procura Regionale della Corte dei Conti e all’Autorità Nazionale Anticorruzione. Paolo Todaro traccia i profili che evidenzierebbero la mancanza di requisiti idonei al conferimento della carica di Levita. Ecco il testo integrale del documento a firma del coordinatore di Ateneo:

In data 20 giugno 2019, il dott. Giuseppe Laganga Senzio veniva nominato con D.P.R.S. n. 389, Direttore Generale dell’A.O.U. Policlinico “G. Martino” di Messina, ed in pari data lo stesso Direttore Generale, con delibera n. 2, provvedeva a nominare il dott. Antonino Levita, a Direttore Sanitario dell’AOU.

Premesso che:

  • l’AOU Policlinico è stata in regime di Commissariamento dal 1 settembre 2016 al 20 giugno 2019;
  • con D.A. n. 2207/18 della Regione Sicilia è stato aggiornato l’elenco degli idonei alla nomina a direttore sanitario delle Aziende del Servizio sanitario regionale;
  • che i requisiti previsti per la nomina a direttore sanitario sono quelli previsti dall’art. 3, co.7, d. lgs. 30 dicembre 1992, n. 502 e ss.mm.ii., il quale dispone che: il direttore sanitario deve essere un medico che abbia svolto per almeno cinque anni qualificata attività di direzione tecnico-sanitaria in enti o strutture sanitarie, pubbliche o private, di media o grande dimensione con qualifica dirigenziale e diretta responsabilità delle risorse umane, finanziarie e strumentali, con riguardo a strutture complesse; ed inoltre che: nelle aziende ospedaliere, nelle ospedaliero-universitarie di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 21 dicembre 1999, n. 517, e negli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico pubblici, costituiti da un unico presidio, le funzioni e i compiti del direttore sanitario di cui al presente articolo e del dirigente medico di cui all’art. 4, comma 9, del presidio ospedaliero sono svolti da un unico soggetto avente i requisiti di legge;
  • la Commissione incaricata di procedere all’aggiornamento degli elenchi si è basata sulle dichiarazioni rese dai candidati ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000;
  • l’accertamento del possesso dei requisiti richiesti per la nomina a direttore sanitario deve essere effettuato dal direttore generale dell’azienda prima del conferimento dell’incarico, tramite l’acquisizione secondo la vigente normativa ed entro i 15 giorni dalla data di accettazione dell’incarico, dalla certificazione comprovante, il possesso dei requisiti richiesti, di quanto dichiarato a titolo di dichiarazione sostitutiva;

considerato che:

  • dal curriculum del dott. Levita Antonino, pubblicato come allegato alla delibera di nomina, si evince che, oltre alla laurea in Medicina e Chirurgia e la specializzazione in Neurochirurgia, egli è stato assunto come Dirigente Medico presso il Policlinico Universitario di Messina, a tempo indeterminato e rapporto esclusivo dal 02.01.2001; ed inoltre dal 1998 ha svolto come Medico Incaricato Provvisorio alle dipendenze del Ministero della Giustizia, presso l’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina);
  • con D.A. n. 881 del 30.05.2014 il dott. Levita viene dapprima escluso dalla commissione esaminatrice proprio per la mancanza del requisito relativo al quinquennio, e successivamente, a seguito di controdeduzioni e ad un sopravvenuto parere n. 15469 del 23 luglio 2014, acquisito dall’Ufficio Legislativo e Legale della Regione Sicilia, tale parere peraltro, risulta sottratto all’accesso ai sensi dell’art. 15, c.1 lett. A) del D.P.Reg. 16 giugno 1998, n. 12, e con D.A. n. 1261/14 è stato inserito nell’elenco degli idonei alla nomina di direttori sanitari riconsiderando il periodo ricoperto con la qualifica di dirigente medico presso l’Ospedale Psichiatrico giudiziario di Barcellona P.G.;

preso atto che, il Direttore Generale dell’AOU Policlinico G. Martino, con delibera n. 2 del 20 giugno 2019, ha dichiarato che, ha proceduto alla disamina del curriculum formativo e professionale del dott. Levita Antonino, che non risultano elementi ostativi di alcun genere ai fini del perfezionamento della suddetta nomina e che neppure ricorrono le ragioni ostative per la nomina a direttore sanitario nelle aziende ospedaliere/universitarie, di cui all’art.2 del D. Lgs. 517 del 21.12.1999 di cui alla nota n. A.I.3/52506 del 16.06.2016, Area Interdip. 3 – Affari Giuridici DPS Assessorato della Salute.

Poiché dalla documentazione pubblicata ed acquisita, non sembrerebbe che il dott. Levita Antonino possegga i requisiti previsti per legge per la nomina a direttore sanitario, questa O.S. chiede:

  • la revoca della nomina di direttore sanitario del dott. Levita Antonino a causa dell’insussistenza dei requisiti previsti dall’art. 3, co.7, d. lgs. 30 dicembre 1992, n. 502 e ss.mm.ii., e la relativa cancellazione dall’elenco regionale dei direttori sanitari approvato con D.A. n 2207/18;
  • di accertare eventuali responsabilità in capo al Direttore Generale, dott. Laganga Senzio, in merito al mancato accertamento del possesso dei requisiti richiesti, e ove sussistessero i presupposti, l’immediato avvio del provvedimento di risoluzione contrattuale da parte del Presidente della Regione Sicilia”.