Cristina Cannistrà lascia la presidenza della VII Commissione: «Scelta dettata da motivi di salute, che per qualche tempo non mi permetteranno di partecipare al lavoro in Aula»

27 Settembre 2019 Politica
«Una scelta dettata dalle mie condizioni di salute, che non mi avrebbero permesso di partecipare attivamente al lavoro in Aula». Parole della consigliera comunale del M5s Cristina Cannistrà, che lo scorso 17 settembre ha presentato le proprie dimissioni dalla presidenza della VII Commissione “Politiche Sociali”.​
 
«Si tratta di problemi che si risolveranno nel giro di poco tempo, ma non mi sento di lasciare la commissione senza guida. Per questo ho ritenuto opportuno e corretto lasciare l’incarico per non ostacolare in alcun modo le attività dei miei colleghi e garantire la necessaria continuità ai lavori, visti i complessi e delicati argomenti delle deleghe di competenza della Commissione. Non posso negare che per indole e formazione professionale nel settore dei servizi sociali dover lasciare l’incarico di presidente mi provoca parecchio dispiacere, ma il senso di responsabilità istituzionale ha prevalso su ogni altra logica. Nella certezza di aver lavorato sempre nell’esclusivo interesse dei cittadini, spero che il mio operato in quest’ultimo anno sia stato utile e proficuo».

«Colgo l’occasione, infine, per comunicare che non potrò partecipare alle prossime attività in Consiglio. Tornerò a sedere nuovamente sugli scranni di Palazzo Zanca e adempiere al mio mandato con la stessa passione di sempre non appena le mie condizioni di salute me lo permetteranno. Spero nel più breve tempo possibile», conclude.