Messina: Fugge con l’auto per sottrarsi al controllo. Arrestato dai Carabinieri

13 Dicembre 2019 Cronaca di Messina

Questa notte i Carabinieri della Stazione di Bordonaro hanno arrestato il 26enne S.S., ritenuto responsabile del reato di violenza e resistenza a pubblico ufficiale.

I militari dell’Arma, durante un servizio di controllo del territorio, hanno notato un giovane dall’atteggiamento sospetto accanto ad un’autovettura in sosta nel popoloso rione “Case Gialle” e si sono avvicinati per procedere alla sua identificazione.

Alla vista dei militari però, il ragazzo saliva a bordo del veicolo dandosi alla fuga. Ne scaturiva un breve inseguimento, durante il quale l’auto condotta dal fuggitivo urtava prima un muro e, prima di essere bloccato, anche l’autovettura di servizio dei Carabinieri provocando ai militari delle lievi lesioni. A seguito dei controlli, il mezzo condotto da S.S. è risultato sprovvisto di copertura assicurativa obbligatoria e pertanto è stata sottoposto a sequestro amministrativo con l’applicazione della sanzione pecuniaria di quasi 900 euro.

S.S. è stato arrestato con l’accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e nella mattinata odierna ed è stato giudicato con rito direttissimo dal Giudice Monocratico del Tribunale di Messina che lo ha condannato a sei mesi di reclusione con sospensione condizionale della pena. 

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione