Lo Giudice: “2 medici e 3 soccorritori del 118 positivi al Covid-19, troppi giorni per esito tamponi a Messina”

2 Aprile 2020 Cronaca di Messina

Due medici del servizio di emergenza che operano su postazioni diverse della città di Messina e almeno altri tre soccorritori sono risultati positivi al coronavirus. La notizia di questi contagi circola già da ieri e credo sia doveroso porre l’accento su questo tema in quanto è inammissibile che l’esito di tamponi eseguiti il 23 marzo arrivi il 1 aprile ovvero dopo una settimana, con gli operatori che nel frattempo hanno girato tutta la provincia messinese”.

A denunciarlo è il deputato dell’UDC all’ARS, on. Danilo Lo Giudice che chiede che per tale personale si avvii una corsia preferenziale in relazione agli esiti dei tamponi effettuati”.

“Se da un lato – continua il parlamentare – si plaude per aver effettuato i tamponi a campione per questi operatori, seppur asintomatici, dall’altro penso che sia essenziale che i risultati vengano consegnati subito dopo. Adesso si corra ai ripari, occorre attivare una corsia preferenziale per chi opera in prima linea, il rischio che ancora una volta si verifichi una diffusione del contagio da chi opera in ambito sanitario verso il territorio, diventa concreto e serio e non c’è lo possiamo permettere”.

“Mi appello – conclude Lo Giudice – con spirito di collaborazione a chi di competenza, affinché in 12 ore si abbiano gli esiti dei tamponi per chi opera in prima linea. Solo così possiamo realmente evitare una diffusione massiccia che ci metterebbe in ginocchio”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione