Supermercati, da oggi a sabato resteranno aperti fino alle 20

9 Aprile 2020 Cronaca di Messina

Cambiano ancora una volta gli orari di apertura dei supermercati cittadini, così come quelli di tutte le attività commerciali che vendono generi alimentari. I negozi dovranno rispettare gli stessi orari di prima  il lunedì, il martedì e il mercoledì, restando aperti dalle 7 alle 18, mentre giovedì, venerdì e sabato dovranno aprire un’ora dopo (alle 8 del mattino) e resteranno aperti fino alle 20. Confermata la chiusura durante la domenica e nei giorni festivi.

È quanto disposto da una nuova ordinanza del sindaco Cateno De Luca, che integra e rettifica  l’ordinanza 73 del 23 marzo, a sua volta modificata dalla 104 del 4 aprile.

Non è la prima volta che gli orari di apertura subiscono delle variazioni: prevista in un primo momento alle 17, come aveva annunciato il sindaco nel corso di una diretta, la chiusura è stata poi posticipata il giorno dopo alle 18. Discorso analogo per l’apertura domenicale: inizialmente il primo cittadino aveva deciso che i supermercati dovessero restare aperti per poi adeguarsi all’ordinanza regionale firmata dal presidente Nello Musumeci. All’inverso la vicenda relativa alle profumerie, prima chiuse e poi aperte.

È consentita un’ora di permanenza da parte degli addetti, all’interno dei locali, dopo la chiusura (tutti i giorni) per consentire le operazioni di igienizzazione e sanificazione. I titolari sono onerati a predisporre opportuna vigilanza nel suolo pubblico antistante i locali per disciplinare la fila ed evitare assembramenti. Per il commercio ambulante è vietato a tutti coloro che provengono da comuni diversi dalla città di Messina

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione