Emergenza Covid-19: prorogata al 31 agosto la validità delle carte d’identità

16 Aprile 2020 Senza categoria

Si avvisa l’utenza che la validità delle carte d’identità, cartacee o elettroniche, scadute o in scadenza dopo l’entrata in vigore del Decreto Legge n. 18 del 17 marzo scorso, recante misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, è prorogata al 31 agosto prossimo esclusivamente per il territorio nazionale. La validità ai fini dell’espatrio rimane invece limitata alla data di scadenza indicata nel documento. Si ricorda altresì che per casi urgenti è attivo uno sportello a Palazzo Zanca, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30, oppure è possibile contattare il numero telefonico 090-7722204.

A seguito della pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana del decreto dell’Assessorato regionale della Salute Dipartimento Attività Sanitarie ed Osservatorio Epidemiologico​ con il quale sono state fissate le date dell’1 maggio e del 31 ottobre per l’inizio e la fine della stagione balneare, il sindaco Cateno De Luca ha disposto l’ordinanza n.121, di oggi, giovedì 16, che disciplina i tratti di mare e di costa del territorio comunale ove non è consentita la balneazione.​ Il Dipartimento Ambiente e Sanità del Comune è incaricato di collocare i cartelli metallici per indicare i divieti all’inizio di tutte le strade di accesso, pedonali o carrabili, a tutti i tratti di mare interessati e di rimuovere quelli precedentemente collocati indicanti il divieto di balneazione in zone non comprese nel presente provvedimento. I tratti di mare e di costa permanentemente non adibiti alla balneazione per inquinamento sono quelli compresi dalla foce del torrente Larderia al torrente Portalegni, per un tratto di 6400 metri; da 50 metri sud dall’ex ospedale Regina Margherita a 100 metri nord dalla foce del torrente Annunziata, per 630 metri; e da 100 metri a sud a 100 metri a nord del canale Lago Piccolo di Torre Faro per un tratto di 200 metri. Non sono inoltre balneabili le aree portuali tra via Brasile ed il torrente Portalegni, per 8950 metri; tra il porto di Tremestieri sino al torrente Larderia, per 1400 metri; e non balneabili temporaneamente, i 50 metri a sud dell’ospedale Regina Margherita per un tratto di 390 metri. Infine il divieto di balneazione vige anche per i tratti di mare e di costa interessati da immissioni di sbocco di canali, fiumi, torrenti e depuratori, dalla foce del torrente Giampilieri a 50 metri a nord dello stesso, per un tratto di 50 metri; e da 100 metri ad est del depuratore di Acqualadroni a 100 ad ovest per 200 metri.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione