4 Giugno 2020 Politica e Sindacato

“VOLETE IL CONFLITTO? LO AVRETE”. LA RETE NO PONTE RIBADISCE LA CONTRARIETA’ ALLA GRANDE OPERA

«Traguardati i fondi europei, una classe politica imbelle e inconcludente sta riproponendo la costruzione del Ponte sullo Stretto. Ve lo diciamo senza infingimenti. Ci avete trovato contrari in passato e contrari saremo nel prossimo futuro. Ci dobbiamo trovare nelle piazze? Noi ci saremo. Come sempre, a differenza vostra». Inizia così il comunicato stampa di Luigi Sturniolo della Rete No Ponte, che replica alle recenti dichiarazioni di vari esponenti politici in merito alla grande opera infrastrutturale fra la Sicilia e la Calabria, tornata di recente in auge.

«Dopo la grande paura, in una Sicilia distrutta e allo sbando, con ponti che cascano e strade dissestate – prosegue – ci volete propinare un’opera che non serve a nulla e che distrugge la natura, quella natura che ci ha salvato. Sappiatelo bene. Ieri eravamo degli oppositori. Oggi siamo anche incazzati per la vostra insolenza e la vostra irresponsabilità. Vogliamo ospedali e servizi sanitari per la seconda ondata, vogliamo la messa in sicurezza del nostro abitato, vogliamo la manutenzione delle nostre strade, vogliamo scuole sicure per i nostri ragazzi. Volete il conflitto? Lo avrete», conclude.