Imu, il movimento Autonomi e Partite IVA di Sicilia: “Necessaria una proroga”

8 Giugno 2020 Politica

Il rinvio del pagamento dell’Imu. E’ quanto richiede il movimento Autonomi e Partite IVA di Sicilia al Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, e a tutti i sindaci siciliani, in quanto, si legge in un comunicato, “il ‘Decreto Rilancio’ ha conferito ai comuni la facoltà di rinviare il termine del pagamento dell’acconto IMU previsto per il 16 Giugno. Solo alcune tipologie di attività turistiche e ricettive sono state esentate dal decreto. L’ANCI, inoltre, ha predisposto una bozza di delibera riservata ai comuni per posticipare i termini come data ultima al 30 settembre 2020″.

“Non riusciamo a comprendere come oggi la Regione Siciliana, e tutti i comuni che ne fanno parte, non prendano in considerazione tale possibilità. Le nostre imprese e tanti cittadini siciliani solo da qualche giorno, e con mille difficoltà, stanno cercando di riportare la propria vita e il lavoro alla normalità; ma oggi non sono in grado di pagare l’imposta IMU. Sempre tanti cittadini siciliani, solo da pochi giorni (e non tutti), hanno ricevuto la tanto attesa cassa integrazione”, continua il movimento.

“È necessaria una proroga almeno fino al 30 settembre (anche se l’esenzione sarebbe stata un’azione più gradita), per permettere di recuperare le perdite subite economicamente in questi mesi di pandemia – concludono – Facciamo una appello a tutti i sindaci Siciliani e al Presidente della Regione Siciliana, di prorogare il termine così come è stato fatto in altri comuni Italiani e in qualche caso raro di comune siciliano, altrimenti le tante dirette e interviste resteranno, come già abbiamo appreso più volte, un amaro slogan”.

A firmare il documento: Santi Daniele Zuccarello, Coordinatore Regionale; Sacha Messina, Coordinatore di Villafranca Tirrena; Maria De Salvo, Coordinatore di Rometta; Donatella Sindoni, Coordinatore di Palermo; Stefania Murgo, Coordinatore di Catania; Corradina Tiberio, Coordinatore di Pachino; Alberto Scandurra, Coordinatore di Torregrotta; Daniele Biondo, Coordinatore di Terme Vigliatore; Gioacchino Tiralongo, Coordinatore di Siracusa; e Claudio Moscato, Coordinatore di Enna.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione