Messina. Via ai lavori per abbattere le barriere architettoniche in Salita Rando

9 Giugno 2020 Senza categoria

Sono stati avviati i lavori per l’abbattimento delle barriere architettoniche in Salita Rando, che per anni hanno rappresentato l’incubo dei residenti della zona, in particolare di un ragazzo disabile, la cui famiglia è stata costretta a percorrere una lunga scalinata.

I lavori costeranno 20mila euro e riguarderanno la totale bonifica dell’area per garantire le ottimali condizioni igienico-sanitarie, la costruzione di una ringhiera, e il rifacimento dei gradoni della scala preesistente che sarà ampliata. Sarà creato un percorso idoneo al passaggio di sedie a rotelle e la messa in sicurezza della piccola scarpata sottostante attraverso una rete elettrosaldata e con un sistema di convogliamento delle acque meteoriche che saranno raccolte in apposite caditoie.

Responsabile unico del procedimento è l’ing. Carmelo Costanzo, direttori dei lavori l’ing. Alfio D’Acquino e il geom. Aldo Caspanello.

Il progetto, rimasto sepolto nelle pastoie burocratiche per anni, era stato appena aggiudicato e segnalato dalla famiglia del ragazzo nel corso della scorsa campagna elettorale per le comunali. Due anni fa, ancora nelle vesti di candidato, il sindaco Cateno De Luca aveva annunciato l’avvio dei lavori, con un finanziamento dell’associazione Sicilia Vera, che fa riferimento a lui.

“Il ragazzo e tutti gli anziani della zona a breve potranno compiere le azioni quotidiane più elementari, senza l’incubo della scalinata e dei pericoli ad essa connessi – dice il vicesindaco Salvatore Mondello, che ieri si è recato in sopralluogo -. Il fatto che un’opera del genere, apparentemente banale sotto il profilo tecnico, sia rimasta bloccata per anni, rende l’idea del funzionamento precario della macchina comunale”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione