I VILLAGGI DI CURCURACI E MAROTTA A SECCO. LE PROTESTE INASCOLTATE DEGLI ABITANTI

4 Agosto 2020 Cronaca di Messina

Di Edg – Da quasi 20 giorni alcuni villaggi della zona nord sono a secco, nonostante i reclami e le proteste inascoltate degli abitanti delle zone interessate. Succede a Curcuraci, Marotta, Faro Superiore, villaggi collinari che nei mesi estivi si popolano di villeggianti e vacanzieri occasionali.

Già tra la fine di giugno e l’inizio di luglio si era registrato un guasto che ha causato la mancata erogazione di acqua per ben 15 giorni. Poi una breve ripresa e la nuova interruzione di metà luglio. “Una situazione insostenibile che non può essere più tollerata”, dicono in tanti. “Chi può si rifornisce privatamente ma con costi altissimi. E chi non può permettersi di acquistare l’acqua si rifornisce presso le fontanelle della zona, con tutti i disagi che ne conseguono”.

“Questa gestione prepotente ed arrogante di un servizio pubblico essenziale come l’acqua, impone una presa di coscienza da parte dell’amministrazione locale, assolutamente latitante” ci dice un cittadino esasperato. “Se non ci saranno novità nelle prossime ore saremo costretti a fare un esposto alla magistratura”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione