Ambulantato abusivo, sequestrati veicoli dalla Polizia Municipale

18 Dicembre 2020 Cronaca di Messina

Dopo un periodo di pausa dovuto alla disponibilità dell’amministrazione di permettere agli abusivi di mettersi in regola continua l’attività contro l’ambulantato irregolare da parte della polizia specialistica diretta dal comandante vicario commissario Giovanni Giardina e collaborato attivamente dai coordinatori della polizia amministrativa e ambientale Ispettori Capo Giuseppe Cifala’ e Giacomo Visalli. Dopo la disponibilità dell’amministrazione, che ha dato

È iniziata da qualche tempo una vera e propria attività di indagine che sta interessando gran parte del territorio cittadino, fatta di verifiche documentali, appostamenti, riscontri con gli uffici pubblici interessati. Indagine che ha messo in risalto che molti venditori ancorché abusivi si erano appropriati di porzioni di territorio pubblico facendolo diventare il proprio negozio a discapito di attività commerciali regolari e ambulanti autorizzati verso i quali esercitavano (vista l’assenza di spese e fatturazioni) una concorrenza sleale.

In alcune zone è stata accertata la presenza di un ambulante abusivo che vendendo ad un prezzo inferiore visti i costi di gestione nulli, aveva messo in crisi più rivendite regolari di frutta e verdura rischiando di farle chiudere. A questo si aggiunge poi che alcuni di questi venditori sembrerebbe siano pure percettori del reddito di cittadinanza.

L’attività svolta ha portato al sequestro di migliaia di chilogrammi di frutta (tutta data in beneficenza agli enti assistenziali cittadini) e al sequestro giudiziario dei veicoli e delleattrezzature utilizzate per l’illecita occupazione con sanzioni amministrative e denunce all’autorità giudiziaria degli irregolari per occupazione abusiva di suolo pubblico. Questi venditori adesso oltre alla multa amministrativa dovranno affrontare un processo penale per il reato accertato.
Nella giornata di oggi un altro venditore abusivo è stato oggetto di controllo a seguito del quale si è proceduto al sequestro amministrativo di un ingente quantitativo di frutta e al sequestro giudiziario dell’autocarro che parcato su area pubblica da tempo era utilizzato esclusivamente come struttura di vendita e per perpetrare l’occupazione abusiva del suolo pubblico.

Il commissario Giardina ha tenuto a precisare che l’attività proseguirà in modo incisivo anche nei giorni a seguire ribadendo la disponibilità delle proprie sezioni di polizia specialistica a fornire ogni supporto a tutti quelli che manifesteranno la volontà di regolarizzare la propria posizione.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione