E’ morto il 47enne Alberto Molonia. Era rimasto gravemente ferito in un incidente stradale il 3 dicembre scorso

23 Dicembre 2020 Cronaca di Messina

E' morto oggi il 47enne Alberto Molonia, rimasto gravemente ferito il 3 dicembre scorso in un incidente autonomo avvenuto in tangenziale a bordo di una Toyota Yaris, all'altezza del viadotto Camaro, fra le uscite di Messina Centro e Boccetta. L'uomo era rimasto intrappolato nelle lamiere. Sul posto, allertati dagli altri automobilisti che sopraggiungevano, erano giunti i vigili del Fuoco, gli uomini del 118 e quelli della Polizia stradale di Boccetta. La situazione era apparsa subito particolarmente seria. L’automobilista aveva riportato una serie di traumi facciali e la frattura cranica.

Molonia, padre di un ragazzo di 22 anni, e nipote di Franco, noto per essere lo storico 'capo Vara', era molto conosciuto in città per l'attività di vendita di carne di cavallo nei pressi del mercato Sant'Orsola dove ad annunciare su strada la vendita della carne equina c'è la riproduzione di un cavallo. Carne che acquistava direttamente da Catania. «Siamo in tre in tutta la città: io qui, poi un punto al Santo e un altro a Provinciale», raccontò in una intervista ad un quotidiano locale Molonia. «Lavoricchio, non mi lamento, ma si potrebbe fare di più, la carne di cavallo è la più tenera».

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione