#FOTO – Scoperto dalla Polizia municipale un allevamento abusivo di animali. Denunciato il responsabile. “Gli animali venivano uccisi procurando loro gravi sofferenze”

7 Gennaio 2021 Cronaca di Messina

Scoperto dalla Polizia municipale un allevamento abusivo di animali in un terreno agricolo in zona centro, posto sotto sequestro dalla Polizia Municipale.

“Oltre alla macellazione illecita – si legge in una nota diffusa dal commissario Giovanni Giardina – si appurava che gli animali venivano uccisi procurando agli animali gravi sofferenze, mentre gli scarti e gli interiora delle bestie, depositati in un’area all’uopo adibita, venivano smaltiti per incenerimento, ragione per cui il responsabile è stato altresì denunciato per lo smaltimento illecito di rifiuti, macellazione clandestina e maltrattamento di animali”.

“L’impianto di macellazione ed i relativi rifiuti sono stati posti sotto sequestro giudiziario ed ora la persona dovrà rispondere alla autorità giudiziaria per gli illeciti penali posti in essere. Anche i maiali e gli ovini rinvenuti, privi della prescritta registrazione veterinaria, sono stati posti sotto sequestro sanitario, mentre sono in corso verifiche sulla tipologia di macellazione attuata, ossia se riservata esclusivamente a privati o, come sembrerebbe, a macellerie locali”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione