COSTA 400 EURO DI MULTA IL VAFFA AL 2020 DI UN GIOVANE MESSINESE

11 Gennaio 2021 Inchieste/Giudiziaria

Di Edg - E' costata cara, ben 400 euro (280 se pagati entro 6 giorni) la corsa in mutande sul viale della Libertà di Messina, per "salutare" il 2020 con la frase "Vaffa...2020... E ricordatevi... Ce la faremo", di un giovane messinese che ha voluto "festeggiare" il Capodanno incurante della temperatura e soprattutto del coprifuoco imposto dal Dpcm, condividendo il momento con i residenti della zona, sorpresi e allo stesso tempo divertiti da un gesto che in poco tempo, grazie a un video pubblicato su Instagram, ha fatto il giro d'Italia.

Un fumogeno rosso in mano e una corsa lunga appena qualche decina di metri accompagnata alla frase liberatoria che voleva essere anche un augurio per un 2021 decisamente migliore. Un'immagine che è diventata virale e che non è sfuggita agli agenti della Polizia municipale che lo hanno multato per aver violato l'art. 4 comma 1 del DL19 del 25 marzo scorso e l'art. 1 comma 3 del DPCM del 3 dicembre 2020 che ha imposto il coprifuoco, vietando di uscire da casa dalle 22 alle 7 del mattino successivo nella notte di capodanno.

Amaro il commento di Simone che, sul suo profilo Instagram, scrive: "E se tutta Italia ha applaudito, ricondividendomi e rendendomi virale, a quanto pare il potere forte di Messina non ha gradito che qualcuno rendesse famosa la città al posto suo e avesse più visibilità mediatica", facendo un chiaro riferimento al sindaco De Luca che nel 2007, ricordiamolo, appena neo-deputato regionale dell'UDC, si mise in mutande nella sala stampa dell'Assemblea regionale siciliana, in segno di protesta contro la decisione dell'allora presidente Gianfranco Micciché di estrometterlo dalla commissione .

"Ha preferito chiudere gli occhi di fronte ai video di tutte le famiglie che hanno creato assembramenti, che sono uscite dopo la mezzanotte, che hanno sparato i botti o addirittura sparato i colpi di pistola e sanzionare me che, senza creare assembramenti, a due passi dal portone di casa, per qualche secondo, ho voluto portare un messaggio di luce e speranza nell'anno più buio di sempre".

Nel sottolineare che il pagamento è già stato fatto, il ragazzo ha auspicato che i soldi possano essere spesi per risolvere i problemi di Messina.

"Sono fortemente convinto - conclude il giovane con un messaggio di speranza - che anche un solo sorriso strappato in questo momento storico valga tutto l'oro del mondo!".

IL VIDEO.

https://video.repubblica.it/edizione/palermo/messina-addio-al-2020-in-mutande-e-con-una-fiaccola-accesa/374042/374655

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione