Si tratta di un arresto collegato alla rapina al Compro Oro avvenuta sabato a Messina: Scoperti 3 kg marijuana in un’officina. Un arresto e una denuncia

11 Gennaio 2021 Cronaca di Messina

Gli agenti della squadra mobile della Questura di Siracusa e del commissariato di Augusta, con la collaborazione della Compagnia carabinieri del centro megarese, hanno arrestato Federico Siri, 31 anni di Augusta, e denunciato un suo collaboratore e la convivente, entrambi di 32 anni, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Si tratta di un arresto collegato alla rapina al Compro Oro avvenuta sabato a Messina per la quale la polizia ha arrestato Domenico Stelo e Salvatore Saraceno, entrambi di Augusta. I due avevano commesso la rapina indossando delle uniformi da carabinieri poi trovate nell’auto nella quale sono stati bloccati. Alcuni giorni fa erano state rubate delle uniformi dalla sede dell’associazione dei carabinieri di Augusta. Gli investigatori della Mobile, coordinati dal dirigente Gabriele Presti, in collaborazione con i colleghi della Mobile di Messina, hanno effettuato una perquisizione nell’attivita’ commerciale di autoricambi di Siri, ad Augusta, collegato a Stelo, trovando all’interno dei locali 2,7 chilogrammi di marijuana, imbustata in diverse confezioni, e materiale adoperato per il confezionamento ed il bilancino digitale di precisione.

Gli agenti hanno esteso la perquisizione al domicilio del dipendente-collaboratore di Siri e della convivente ed hanno trovato all’interno di un astuccio porta-occhiali, nascosto in un ripostiglio di pertinenza dell’appartamento, altre 10 dosi di cocaina. Entrambi i conviventi sono stati denunciati in concorso tra loro.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione