10 Agosto 2021 Cronaca di Messina e Provincia

Messina, lo stemma della città al bagnino di Rodia che ha salvato la vita a una bambina

Il Sindaco Cateno De Luca ha accolto oggi pomeriggio a Palazzo Zanca, il giovanissimo bagnino che, nei giorni scorsi, nello specchio d’acqua di Rodia ha prontamente soccorso una bimba di 12 anni in difficoltà che a causa del mare agitato non riusciva a tornare a riva. Giovanni Pino, questo il nome dell’assistente bagnante, aveva espresso subito dopo l’accaduto il desiderio di potere incontrare il Primo cittadino al fine di raccontare di persona l’esperienza vissuta e finita a lieto fine. Giovanni, accompagnato dai suoi genitori, ha avuto modo nel corso della visita di spiegare la dinamica del salvataggio “appena avvertito dalla Capitaneria di Porto non ho esitato a tuffarmi in soccorso della bimba che a causa delle onde alte stava per essere sbattuta contro gli scogli”, ha raccontato il giovane bagnino.

Il ragazzo, oltre ad avere conseguito il brevetto di bagnino pratica sport, in particolare gioca a pallavolo, e quest’anno giunto alla terza esperienza lavorativa di bagnino “la ricorderò con tanta emozione – ha concluso Giovanni – poichè è indescrivibile la felicità che ho provato nel momento in cui sono riuscito a portare in salvo la bambina”. Il Sindaco De Luca visibilmente emozionato dal racconto, nel complimentarsi con il ragazzo e con i genitori ha detto “il salvataggio della bimba è motivo di compiacimento perchè testimonia la tua grande prova di professionalità, umanità e senso civico al quale va dato il giusto e pieno merito per chi come te ogni giorno, lavora per evitare disagi di ogni tipo e situazioni che possono degenerare in tragedie. Una ulteriore soddisfazione ti va attribuita anche nell’ambito complessivo dell’offerta turistica, un obiettivo fondamentale del nostro programma amministrativo finalizzato a rendere le nostre spiagge luoghi salvaguardati e controllati, e che certamente, essendo la bambina in vacanza in città, con il tuo esempio hai contribuito a rendere Messina protagonista oltre i propri confini”.