14 Marzo 2017 Cronaca di Messina e Provincia

IL VIDEO, I PARTICOLARI: Masterplan, il ministro De Vincenti a Messina. “Entro un paio di mesi il via ai cantieri”

Si è svolta stamani a Palazzo dei Leoni l’attesa riunione del Comitato d’indirizzo e controllo per la gestione del Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana di Messina che ha visto la partecipazione del Ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti. Al tavolo tecnico erano presenti il Sindaco Metropolitano Renato Accorinti, il Commissario straordinario con i poteri del Consiglio Metropolitano Filippo Romano, il Presidente del Comitato Riccardo Monaco, il PCM-DPC-componente del Comitato Vincenzo Donato, il PCM-DIPE-componente del Comitato Claudio Cesi, il rappresentante dell’Agenzia per la Coesione Territoriale-Area Programmi e Procedure-Ufficio 3 Accompagnamento e sostegno Programmi regionali Luciano Russo, il rappresentante dell’Agenzia per la Coesione Territoriale Patrizia Abballe, il componente del Comitato per la Città Metropolitana di Messina Maria Angela Caponetti ed il responsabile unico dell’attuazione del Patto per la Città Metropolitana di Messina Armando Cappadonia.
La seduta si è sviluppata sull’analisi dello stato d’attuazione degli interventi predisposti nell’ambito del Masterplan e sulle valutazioni relative ad alcune criticià presenti. A Palazzo dei Leoni sono fin qui pervenute le schede di monitoraggio relative a 35 interventi sul totale di 59 previsti per un importo quantiificabile in oltre 75 milioni di euro su un totale di 332 milioni. La situazione, pertanto, appare diversificata in base allo stato di verifica della documentazione fin qui ricevuta ma l’aspetto importante che è stato chiarito stamani è quello relativo alla gestione dei flussi finanziari relativi all’esecuzione dei singoli progetti dei Comuni: in particolare si è precisato che i fondi avranno come destinatari diretti i singoli enti locali mentre il ruolo della Città Metropolitana sarà quello di monitorare gli stati d’avanzamento degli interventi realizzando una sorta di “filtro” tra l’ente beneficiario ed il Ministero competente. Il confronto odierno, inoltre, ha dipanato alcune questioni relative ad alcune criticità che interessano alcuni progetti inseritti nel Masterplan e che andranno valutate nel prosieguo della realizzazione del Patto. «Varie attività vanno avanti e passo dopo passo si stanno costruendo le condizioni affinché il patto per la città metropolitana dia suoi frutti per i cittadini. Da qui ad un paio di mesi, partiranno i lavori per la piastra logistica di Tremestieri, l’area di Tremestieri e lo svincolo di Giostra Annunziata», ha detto il ministro per la coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti durante l’incontro con l’amministrazione nella sede della Città metropolitana di Messina. «Sono in corso – prosegue il ministro – di emanazione bandi importanti sia per la viabilità, che per la riqualificazione urbana a Messina, come anche in altri comuni del territorio. E’ stata conclusa tra l’altro l’aggiudicazione al contraente generale del progetto per il porto turistico di Santo Stefano di Camastra e si sta avviando a risoluzione la vicenda per il porto di Sant’Agata di Militello. Sono fiducioso che qui vedremo che il patto con la città procede bene. La modalità di lavoro con le amministrazioni è positiva perché c’è una responsabilizzazione reciproca». «Stiamo facendo le verifiche in tutte le Regioni e Città Metropolitane – ha aggiunto il ministro – sullo stato di finanziamento rispetto ai fondi del Masterplan. Ieri abbiamo visitato Catania e abbiamo visto che i problemi spesso sono di carattere autorizzatorio purtroppo e abbiamo ancora tempi lunghi sul versante delle procedure ma anche qui lo sforzo congiunto delle amministrazioni può accelerare in modo significativo». Sul G7 a Taormina De Vincenti ha detto: «Certo che ce la farà Taormina per il G7, stiamo lavorando con il sindaco e con il Governo affinché ce la faccia e sarà un’immagine bellissima, del del nostro paese e della Sicilia bel mondo». Soddisfatto dopo l’incontro anche il sindaco della città metropolitana di Messina Renato Accorinti che aggiunge: «Ho parlato al ministro anche dell’area dello Stretto perché lo sviluppo del Sud parte anche da quest’area importante che unisce due città. Si deve lavorare anche per la mobilità dello Stretto e la criticità dell’aeroporto, e infatti domani sarò con il sindaco della città metropolitana di Reggio Calabria dal ministro Delrio. Se sciogliamo questi nodi si darà impulso allo sviluppo. Ho detto pure al ministro, che è d’accordo, di fare a Messina un incontro delle sette città metropolitane del Sud che sono Bari, Napoli, Cagliari, Reggio Calabria, Catania, Palermo, Messina. Faremo il G7 del Sud perché il governo a messo al centro il Meridione e noi vogliamo fare delle proposte in modo leale e corretto».