23 Marzo 2017 Commenti e appelli

IL DOCUMENTO DEL FRONTE POPOLARE ORGANIZZATO: NON È UN PAESE CIVILE, UN PAESE CHE CALPESTA LA DIGNITÀ UMANA!

Ieri mattina al Molo Marconi di Messina sbarcavano 636 migranti, tra cui minori, donne in gravidanza ed un bimbo appena nato. Mentre nella stessa mattinata a San Ferdinando (RC), dopo le azioni repressive verso gli abitanti della tendopoli, l’intimazione di sgombero alle porte, scendono in corteo il Comitato Campagne inLotta che avanzando verso il Comune, intanto riescono a bloccare un’arteria stradale. Alle 15 è previsto un incontro in Questura per il rilascio dei documenti, che è solo la prima conquista, rispetto alle rivendicazioni: Casa, Lavoro e Dignità, per intanto diciamo “no allo sgombero” se l’alternativa deve essere un’altra tendopoli con una capienza ridotta e con gli accessi controllati delle forze dell’ordine.
Il Fronte Popolare Autorganizzato e il Sindacato SI COBAS si uniscono alla lotta e alla conquista di tutti i diritti rivendicati.
Non si può parlare di progresso e di civiltà, fino a quando si calpesta la dignità umana. Diciamo NO a questo tipo di accoglienza, diciamo NO all’HOTSPOT!
Fronte Popolare Autorganizzato
Sindacato SI COBAS
STAMPA SEGNALA