Messina, muore un neonato: aperta un’inchiesta

26 Settembre 2017 Cronaca di Messina

Pesava quasi cinque chili, un peso che forse avrebbe richiesto il parto cesareo per consentire al piccolo Giovanni di venire alla luce senza difficoltà.

Ma a distanza di cinque giorni il piccolo non ce l'ha fatta ed è morto per encefalopatia ipossica-ischemica.

I genitori però non ci stanno e decidono di presentare regolare denuncia per l'accaduto ai Carabinieri e alla Procura di Messina. Sono cinque, tra medici e infermieri del 'Papardo', gli iscritti nel registro degli indagati.

L'esame autoptico dovrà chiarire le cause della morte del neonato. Sono state gia' acquisite le cartelle cliniche. Alle 19,30 il piccolo muore dopo cinque giorni di sofferenze. Appena nato ovviamente il battito era assente e mancava pure il defibrillatore in sala parto per agire tempestivamente. Il 20 settembre il piccolo, nel frattempo trasferito al Policlinico, subisce due arresti cardiaci. Adesso toccherà agli inquirenti stabilire se esistono eventuali responsabilità da parte del personale medico coinvolto.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione