Missione di solidarietà nel Benin

15 Settembre 2019 Cronaca di Messina

La dott.ssa Grazia Calarco volendo dare un aiuto concreto a chi ha molto bisogno ed affascinata dall’impegno di una piccola onlus cittadina, ha deciso di aggregarsi alla missione che si prefigge, tra l’altro, di assistere le ragazzine vittime di violenza, ospitate presso la Missione Salesiana di Cotonou – Benin, Africa Occidentale, ed aiutare i piccoli ospedali della zona fornendo medicinali,  e quant’altro necessario. Partiranno dunque medici, avvocati, professori che, a proprie spese, raggiungeranno Cotonou, dove rimarranno a fornire la loro opera per i mesi di settembre-ottobre, convinti che l’istruzione rappresenta il necessario strumento per il riscatto dalla povertà e dagli abusi subiti dalle ragazzine e dalle donne in generale. I medici, invece  si recheranno presso il piccolo ospedale camilliano di Zinvie, nei pressi di  Cotonou, dove Grazia Calarco, che è anatomo-patologa, si adopererà per aiutare il neofondato laboratorio di anatomia patologica dell’ospedale anche in considerazione che viene svolta attività di chirurgia oncologica., Grazia Calarco che partendo ha dichiarato “per me è una esperienza nuova; ma parto con entusiasmo e  soprattutto con molta umiltà, convinta come sono  che “ una goccia è pur sempre parte di  un mare”, si è anche impegnata, con l’aiuto di CittadinanzAttiva-Tribunale per i Diritti dl Malato, associazione di cui fa parte, al suo ritorno, di mettere in campo tutta una serie di iniziative per tentare di fornire a quelle popolazioni tutto l’aiuto possibile. 

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione