Covid-19: Svuotate la casa di riposo “Residenza Aluntina” e la RSA “Villa Pacis”

4 Aprile 2020 Cronaca di Messina

Il Covid Team istituito presso l’A.O.U. Policlinico “G. Martino” di Messina, su input dell’Assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, sta completando le attività avviate a S. Marco d’Alunzio nei giorni scorsi, dove si sono registrati casi di infezione da coronavirus nella casa di riposo “Residenza Aluntina” e nella RSA “Villa Pacis”.

È in corso di completamento lo screening ad ampio raggio eseguito sugli ospiti delle strutture, sul personale e sui parenti con i quali sono eventualmente venuti in contatto.

Sono stati effettuati oltre 220 tamponi rino-faringei, analizzati nei laboratori del Policlinico “G. Martino” di Messina. Nelle prossime ore saranno disponibili gli ultimi risultati, ma è già stato processato oltre l’80% dei tamponi.

In base a quanto emerso, sono finora 11 gli ospiti delle strutture ricoverati presso i Covid Hospital del “Cutroni Zodda” di Barcellona P.G., “Papardo” e Policlinico di Messina. Si è deciso di procedere anche al ricovero di alcuni pazienti positivi asintomatici, poiché visto il quadro clinico si è preferito cautelarsi ulteriormente rispetto a eventuali peggioramenti.

Le due strutture sono state svuotate. Le ambulanze stanno provvedendo a trasferire in una RSA della provincia 34 ospiti risultati negativi, mentre altri – lì dove è stata manifestata disponibilità – sono stati affidati ai familiari.

Le unità di personale risultate positive sono state poste in isolamento domiciliare.

Si provvederà poi alla sanificazione delle due strutture, così da potere poi procedere al ritorno di pazienti e dipendenti non contagiati.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione