MOVIDA: Misure anti assembramento e altre violazioni, chiusi il Perbacco e il Dejàvu. Rissa in via Garibaldi. La Polizia denuncia i responsabili. Due i feriti

8 Giugno 2020 Cronaca di Messina

Nel corso del fine settimana sono stati predisposti mirati servizi di ordine e sicurezza pubblica finalizzati a vigilare sul fenomeno aggregativo di persone che origina la ‘Movida’, affinché lo stesso non degenerasse nell’inosservanza delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica COVID-19.

Si è infatti ritenuto necessario proseguire nell’attività preventiva già avviata nelle scorse settimane, segnatamente nelle zone del centro cittadino.

I controlli sono stati effettuati congiuntamente da Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza, con il concorso della Polizia Municipale per le attività di competenza. 

Tutte le operazioni sono state coordinate da un Funzionario della Polizia di Stato. 

Particolare attenzione è stata posta nei confronti di bar, esercizi di ristorazione, oltre che negli eventuali punti esterni autorizzati, con l’obiettivo di far mantenere la giusta distanza di sicurezza, garantendo anche il regolare e corretto utilizzo dei dispositivi di sicurezza.

Numerosi i locali sottoposti a controllo e, nei confronti di due di questi, è stata disposta la sospensione immediata dell’attività. Un primo locale, Dejàvu, in via Cesare Battisti, all’interno del quale erano presenti avventori minorenni, i quali sono stati identificati. Al titolare dell’esercizio commerciale è stata contestata l’inosservanza delle misure anti assembramento previste per i locali pubblici in relazione all’emergenza Covid-19, l’occupazione abusiva di suolo pubblico, la somministrazione di bevande alcoliche in difetto di autorizzazione e senza l’utilizzo di bicchieri monouso in violazione della relativa Ordinanza del Sindaco.

Un secondo locale, Perbacco, anche questo in Via Cesare Battisti e immediatamente chiuso per la palese violazione delle norme anti assembramento, per la somministrazione di bevande alcoliche senza l’utilizzo dei bicchieri monouso e per occupazione abusiva di suolo pubblico.

 

Rissa in via Garibaldi. La Polizia di Stato denuncia i responsabili. 

A tarda notte, si è infine registrata una rissa tra giovani. Quattro di questi, di età compresa tra i 18 e i 26 anni, sono stati denunciati dagli agenti delle Volanti per il reato di rissa aggravata.

I poliziotti, impegnati nel servizio di controllo del territorio, sono intervenuti intorno alle 03.00 in via Garibaldi – angolo via Cesare Battisti, a seguito di una segnalazione, verificando la presenza in strada di numerosi giovani alcuni dei quali manifestavano ancora, nonostante l’arrivo della Polizia, atteggiamenti aggressivi. Attorno a questi orbitava una folla di curiosi. 

Nell’occorso due di essi hanno riportato ferite da taglio giudicate guaribili rispettivamente in 4 e 8 giorni. Futili i motivi che hanno scatenato il litigio. 

L’intervento degli agenti ha riportato la calma ed evitato ulteriori conseguenze. 

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione