Stop di due giorni della discarica di Lentini, disagi per i rifiuti in 240 comuni siciliani

15 Giugno 2020 Senza categoria

A rischio disagi la raccolta dei rifiuti in 240 comuni della Sicilia, fra cui Messina. Il motivo: la chiusura da sabato scorso e a ieri della discarica di Lentini, dove scaricano i rifiuti indifferenziati molte città.

“La causa – spiega il presidente di Messinaservizi Bene Comune, Giuseppe Lombardo – sono i guasti alle linee di produzione, che hanno provocato un accumulo di materiale nelle zone di scarico. È un fatto non prevedibile, ma la nostra azienda tuttavia, differentemente da altri, non ha sospeso il servizio di raccolta, ha solo rallentato contenendo i disagi per i cittadini. Presto dunque torneremo alla normalità”.

E ancora: “Registriamo comunque che ci sono zone dove c’è stato qualche accumulo di rifiuti e stiamo lavorando celermente per risolvere il problema e ritornare alla normalità”.

“Il sistema dell’impiantistica in Sicilia non risolto – conclude Lombardo – continua a mettere a rischio il sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti anche quando si verifica un semplice guasto. La collaborazione dei cittadini è fondamentale soprattutto per il rispetto degli orari e dei giorni di assoluto divieto di conferimento come i prefestivi, cosa che purtroppo ancora non avviene, anche nella giornata di sabato scorso”.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione