Fuggì da Stromboli dopo l’eruzione, indagato medico in servizio sull’isola

22 Giugno 2020 Inchieste/Giudiziaria

Un medico in servizio a Stromboli, fuggito in seguito alla violenta eruzione del 3 luglio dello scorso anno, è indagato dalla Procura di Barcellona Pozzo di Gotto con l’accusa di interruzione di pubblico servizio.

I carabinieri hanno accertato che il sanitario della guardia medica subito dopo le forti esplosioni del cratere avrebbe abbandonato l’isola salendo sull’aliscafo diretto a Milazzo. Numerosi isolani e vacanzieri si erano lamentati del fatto che recandosi nella sede della guardia medica non lo avevano trovato in servizio.

Il legale del medico Gaetano Pino ha precisato «che a Stromboli era rimasta in servizio una collega per prestare soccorso ai feriti». I dirigenti dell’Asp 5 avviarono una indagine. Il medico tornò il giorno dopo sull’isola ed oggi è regolarmente in servizio.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione