Rail Safe Day: operazione della Polizia contro i comportamenti pericolosi in ambito ferroviario in Sicilia

23 Ottobre 2020 Cronaca di Messina

La Polizia Ferroviaria in Sicilia, ha dedicato la giornata di ieri all’operazione “Rail Safe Day”, durante la quale sono stati intensificati i controlli volti alla prevenzione e la repressione di comportamenti pericolosi come l’attraversamento dei binari o dei passaggi a livello chiusi, il superamento della linea gialla in attesa dei treni o la “moda” di compiere selfie estremi.
Sono state identificate 660 persone in 88 stazioni e altre 30 aree ferroviarie ed elevate decine di sanzioni per l’indebito attraversamento dei binari a Messina e Taormina. La task force della Polfer, composta da 107 operatori, ha controllato principalmente i siti più sensibili e che, statisticamente, hanno fatto registrare il maggior numero di condotte scorrette. E’ stata inoltre intensificata la vigilanza nelle principali stazioni ricadenti nelle località turistiche dell’isola, ove, nonostante l’emergenza sanitaria, transitano diversi turisti in questo periodo autunnale. Nella giornata di ieri la Polizia Ferroviaria di Palermo durante le operazioni di controllo ha identificato un ventitreenne che è stato trovato in possesso di una modica quantità di marijuana, per la quale è stato sanzionato amministrativamente e segnalato all’ufficio prefettizio competente.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione