OPERAZIONE ‘BREAKING NEWS’. QUOTIDIANI ON LINE GRATIS, INDAGATO UN 46ENNE DI TORINO. E’ ACCUSATO DI RICETTAZIONE E VIOLAZIONE DELLA LEGGE SUL DIRITTO D’AUTORE

27 Ottobre 2020 Inchieste/Giudiziaria

La Procura Distrettuale della Repubblica di Messina (l'inchiesta è coordinata dal sostituto procuratore Annamaria Arena) ha coordinato una indagine, condotta dal Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni “Sicilia Orientale” di Catania, conclusa con l’identificazione di un soggetto che, tramite gruppi del servizio di messaggistica Telegram, diffondeva illecitamente quotidiani online con grave pregiudizio per le testate giornalistiche e rilevante perdita di vendite ("fatti commessi a Messina in epoca anteriore e prossima al 30 novembre 2019").

In particolare, l’indagato, Marco Lissero di anni 46, disoccupato e residente in provincia di Torino, a Moncalieri, è ritenuto responsabile dei reati di ricettazione e violazione della legge sul diritto d’autore.

L’investigazione ha tratto origine dalla denuncia del direttore responsabile del quotidiano di Messina​ ​ “La Gazzetta del Sud”, il quale aveva rilevato che in rete era possibile reperire gratuitamente la versione a pagamento del citato giornale, così come di altri quotidiani, che circolavano anche su alcuni gruppi in chat.

La Polizia Postale, nonostante le problematiche di trasparenza legate all’utilizzo della piattaforma Telegram, è riuscita a risalire all’indagato nei confronti del quale la Procura ha emesso un decreto di perquisizione che ha condotto al sequestro delle apparecchiature informatiche utilizzate per commettere gli illeciti.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione