Discariche abusive e ambulanti non in regola, denunce e sequestri della Polizia Municipale

23 Gennaio 2021 Cronaca di Messina
Discariche a San Corrado e via Puntale Arena. La polizia municipale guidata dal comandante vicario commissario Giovanni Giardina ha denunciato due soggetti per trasporto illecito e abbandono incontrollato di rifiuti.
Durante la prosecuzione dei  controlli, il personale della polizia ambientale ha denunciato un venditore ambulante per occupazione di suolo pubblico sul viale Annunziata: quest’ ultimo utilizzava un autocarro  come  bancone di vendita a posto fisso per accessori e ricambi per auto. E’ stato inoltre sanzionato amministrativamente per mancanza di licenza, in quanto abilitato solo al commercio itinerante e non al posto fisso. La merce è stata sequestrata ed il veicolo è stato sottoposto a sequestro giudiziario. Da un controllo effettuato sui prodotti sequestrati, inoltre, è emerso che i prodotti non risultavano conformi alle normative CE, adulterati e di scarsa qualità.
Sempre durante l'attività di controllo del territorio, sul torrente Bordonaro è stata accertata la combustione illecita di una discarica di rifiuti speciali da parte di un soggetto colto in flagrante e denunciato all'Autorità Giudiziaria, per trasporto, gestione e distruzione di rifiuti speciali. Il mezzo utilizzato dal soggetto per il  trasporto e l'abbandono dei rifiuti veniva contestualmente posto sotto sequestro giudiziario.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione