14 Maggio 2021 Giudiziaria

La morte per soffocamento di una donna al Fogliani di Milazzo, prosciolti i tre medici che l’avevano in cura

Il gup Gup del Tribunale di Barcellona, dott. Sidoti, ha prosciolto tre medici in servizio presso il reparto di psichiatria di Milazzo che rispondevano di omicidio colposo.

Secondo la procura che oggi aveva sollecitato la richiesta di rinvio a giudizio i tre professionisti, i medici Barbara Leggio, Giuseppe Costa (responsabile della U.O.S. di Psichiatria dell’Ospedale di Milazzo) e Antonio Vitetta, non avrebbero posto in essere tutte le precauzione per evitare che S. M. C., una donna di origine australiana, ma da anni residente a Lipari, ponesse atti autolesionistici culminati con la ingestione di alcuni fazzoletti di carta che avevano determinato il soffocamento ed il conseguente decesso. I fatti risalgono alla fine di marzo del 2015.

I professionisti erano difesi dagli avvocati Nino Cacia, Chiara Mostaccio e Franco Bertolone. La figlia costituita parte civile è stata assistita dall’avv. Enrico Ricevuto.