23 Agosto 2021 Attualità

Calo di vendite del quotidiano ‘Il Riformista’? La solidarietà dei penalisti messinesi

“Il quotidiano “Il Riformista”, per quanto riporta un suo concorrente, incassa in edicola ogni giorno neppure 600 euro. Eppure viene ancora pubblicato. Perché sopportare ingenti perdite se il progetto editoriale non decolla? Ah, saperlo!” – E’ un post su Facebook di Nicola Morra, senatore dei Cinquestelle, a proposito di un ‘presunto’ ( non è Morra che lo afferma) calo di vendite del quotidiano. Il pentastellato, però, commenta che a motivo del calo ci sarebbe la linea editoriale della testata che – aggiunge – “ parla solo di Pm e giornalisti ‘manettari’ “.

Una evidente critica, quella di Morra, che ha però portato bene al ‘Riformista’, visto che a suo favore si è mossa la Camera Penale di Messina, presieduta dall’avvocato Bonaventura Candido, il quale attraverso una nota, comunica che:

Il Direttivo della Camera Penale di Messina, presa visione del commento: “…parla solo di pm e giornalisti manettari…” postato sul proprio profilo da un autorevole Senatore della Repubblica in calce alla notizia di asserite perdite conseguenti ad irrisorie vendite del quotidiano “il Riformista”, manifesta solidarietà alla testata del Direttore Sansonetti, il cui taglio editoriale – evidentemente poco apprezzato da chi pensa che la Giustizia sia solo custodia cautelare e compressione dei diritti – è invece utile fonte divulgativa delle criticità del nostro sistema giudiziario e delle sue devianze ed, in segno di simbolico sostegno.

Pertanto delibera di sottoscrivere un abbonamento annuale a “Il Riformista” auspicando che altri, tanti, tra coloro che hanno a cuore la libertà di informazione facciano sentire in ogni modo la laro vicinanza.